La locandina

“Thelma” è una sorta di horror in salsa norvegese, riflessivo, placido, tranquillo, che non ricorre ai classici espedienti per tenere alta la tensione: niente splatter, niente braam e neppure un gettonatissimo jumpscare.

La storia ricalca il canovaccio di genere: una ragazza di campagna va a studiare all’università di Oslo. Timidezza, studio, amicizie, il primo amore ma la famiglia, il passato e un terribile segreto incombono in un’aura sovrannaturale. Joachim Trier regista e sceneggiatore propone con questo film un esperimento: innervare un thriller metafisico di elementi più introspettivi tipici del suo cinema: il perturbante dell’adolescenza, gli insani rapporti famigliari, la difficile scoperta della propria sessualità, la religione come gabbia. Un esperimento interessante, ben girato, sofisticato, eppure riuscito per metà.

Thelma” lo si vede senza stress, senza urlare, senza chiudersi gli occhi e mettendo in moto il cervello. Ma visto che stiamo parlando di un horror estivo, in fondo questo è anche il suo limite.

Titolo italianoThelma
Titolo originaleid.
RegiaJoachim Trier
SceneggiaturaEskil Vogt e Joachim Trier
FotografiaJakob Ihre
MontaggioOlivier Bugge Coutté
ScenografiaRoger Rosenberg
CostumiEllen Dæhli Ystehede
MusicaOla Fløttum
CastEili Harboe, Okay Kaya, Ellen Dorrit Dorrit Petersen, Henrik Rafaelsen
ProduzioneThomas Robsahm
Anno2017
NazioneNorvegia, Francia, Danimarca, Svezia
GenereThriller
Durata116'
DistribuzioneTeodora Film
Uscita21 giugno 2018