Harry: Ti rendi conto, vero, che non potremo mai essere amici. Sally: Perché no? Harry: Beh, ecco… e guarda che non ci sto provando in nessunissimo modo. Uomini e donne non possono essere amici, perché il sesso ci si mette sempre di mezzo. Sally: No, non è vero, io ho tantissimi amici maschi e il sesso non c’entra per niente. Harry: Non è così. Sally: Sì, invece. Harry: No, invece. Sally: Sì, invece! Harry: Tu credi che sia così. Sally: Stai dicendo che io ci vado a letto senza accorgermene? Harry: No, sto dicendo che loro vogliono venire a letto con te. Sally: Non è vero. Harry: È vero. Sally: Non è vero!. Harry: È vero. Sally: E come lo sai? Harry: Perché nessun uomo può essere amico di una donna che trova attraente, vuole sempre portarsela a letto. Sally: Allora stai dicendo che un uomo riesce ad essere amico solo di una donna che non è attraente? Harry: No, di norma vuole farsi anche quella. Sally: Ma se lei non vuole venire a letto con te? Harry: Non importa, url_genericaperché il click del sesso è già scattato, quindi l’amicizia è ormai compromessa e la storia finisce li. Sally: Credo che non saremo amici, allora. Harry: Credo di no. Sally: Ah, è un peccato. Eri l’unica persona che conoscevo a New York.
Correva l’anno 1989, e questo dialogo è tratto da Harry ti presento Sally di Rob Reiner.

Ieri come oggi, il tema dell’amicizia tra uomo e donna è ancora di stretta attualità, ed il busillis non è stato ancora risolto. A suffragio della tesi di Harry/Billy Cristal, ecco arrivare oggi nelle sale Amici di Letto, commedia americana con Justin Timberlake, nel ruolo di un rampante Art Director di Los Angeles, chiamato a New York da Jamie/Mila Kunis, responsabile delle risorse umane.

La pellicola parte come l’elogio alla figura dello scopamico. Costui è un amico molto stretto con il quale si instaura un rapporto sessuale strettamente professionale, dove l’attività sessuale altro non è che un surrogato della palestra, pura attività fisica come fosse un incontro di tennis. Naturalmente lo spettatore non crederà nemmeno un nano-secondo che il rapporto tra i due belli, ricalcherà a lungo quel patto d’onore stipulato su l’App biblico di lei, per cui sesso si, amore no.
Così la commedia inizia ad inanellare tutta una serie di passaggi obbligati previsti da ogni commedia romantica che si rispetti. New York, l’amico gay, una famiglia disastrata ma affettuosa… proseguite voi la lista; tutti gli stereotipi che vi vengono in mente li ritroverete con facilità.

Dopo quasi due ore, i due scopamici saranno così diventati non solo grandi amici ma sopratutto complici ed amanti. Sono passati più di venti anni, ma Harry pare avere ancora ragione: Uomini e donne non possono essere amici. Alzi la mano chi la pensa diversamente?

Titolo originaleFriends with Benefits
RegiaWill Gluck
SceneggiaturaKeith Merryman David A. Newman Will Gluck
FotografiaMichael Grady
MontaggioTia Nolan
ScenografiaMarcia Hinds
CostumiRenee Ehrlich Kalfus
CastJustin Timberlake, Mila Kunis, Patricia Clarkson, Jenna Elfman, Bryan Greenberg, Richard Jenkins, Woody Harrelson
ProduzioneScreen Gems, Castle Rock Entertainment, Zucker Productions, Olive Bridge Entertainment
Anno2011
NazioneUSA
GenereCommedia
Durata104'
DistribuzioneSony Pictures
Uscita14 ottobre 2011