Lui, il marito, innamoratissimo della moglie ma grigio nel vestire come nella vita quotidiana. Lei, la moglie, innamoratissima dell’amante e decisa a porre fine al matrimonio per coronare il nuovo sogno d’amore fatto di passione e colori sgargianti. L’altro, l’amante, innamoratissimo di se stesso, del suo look coloratissimo e della professione di dentista.

Tre personaggi in cerca di un omicidio. Tre diversi momenti, costruiti su un gioco di sante alleanze. Lei e l’altro contro lui; lui e lei contro l’altro; lui e l’altro contro lei. L’obiettivo e’ pero’ dichiarato: l’omicidio. Il luogo, la medesima camera d’albergo fatiscente.
“Camere con crimini” è una commedia costruita in tre atti, tre sketch, tre situazioni in bilico continuo tra giallo e commedia. Tre intrighi venati di umorismo di stampo anglosassone, inseriti in un impianto drammaturgico lieve, a tratti inconsistente.

Una commedia che, a contraltare del debole plot, si gioca tutto sul ritmo, l’affiatamento dei protagonisti, l’ironia più che sulla comicità pura. Eppure sembra mancare di tutti questi elementi, almeno nella prova generale dello spettacolo che debutta ufficialmente mercoledì 29 settembre al Teatro Trastevere di Roma, con Francesco Nannarelli, Paola Gatti e Francesco di Pinto nei ruoli dei tre. Spettacolo in rodaggio, ora al giudizio del pubblico.

TitoloCamere con crimini
AutoreSam Bobrick, Ron Clark
RegiaFrancis Gatti
LuciMarco Zordan
InterpretiFrancesco Nannarelli, Paola Gatti, Francesco Maria Di Pinto
ProduzioneAss. Culturale Teatro Trastevere
Anno2010
GenereCommedia
In scenafino al 2 ottobre 2010 al Teatro Trastevere di Roma | Via Jacopa de' Settesoli, 3 | mart-sab ore 21.00 / domenica ore 18.00