La regista Nicole Garcia voleva dirigere «una storia che esplorasse il destino di una donna». Il romanzo di Milena Agus “Mal di pietre” viene preso dalla regista, sceneggiato, arricchito e in qualche modo inevitabilmente modificato, per renderlo adatto alla trasposizione cinematografica. Ma senza dimenticare «la ragione per cui ho amato questa storia. In Gabrielle, poiché è molto giovane, vive quel desiderio potente che lei chiama “la cosa principale”, quella dolce evasione di desiderio e di amore: un ardore animale».

La locandina

Per rendere sullo schermo quello che su una pagina si immagina viene scelta quale protagonista assoluta Marion Cotillard. La francese, brava indubbiamente, lascia però impressa la sensazione di lacrimevole fragilità che poco si addice alla protagonista della Agus. La potenza emotiva che nel paesino degli anni Cinquanta viene vista come pazzia viene portata fino in fondo, ma sempre con un vago sentore di mollezza, non di vigore. Gabrielle vive in un piccolo paese nel sud della Francia. Le pulsioni sessuali non sono ancora indirizzate con chiarezza dentro di lei. Questa forza ancestrale troverà uno sfogo e un indirizzo specifico. Prima di poterlo trovare, la sua vita verrà divisa tra il contadino spagnolo José (Alex Brendemùhl) che diventa suo marito, una malattia da curare (il mal di pietre) in una casa di cura sulle Alpi e un ufficiale (Louis Garrel) di cui si innamora. Le situazioni della vita decideranno cosa ne sarà del suo desiderio…

La storia è incentrata sulla sofferenza interiore di una donna che, negli anni Cinquanta, attende la futura liberazione femminile che arriverà anni dopo e si intravede solo nelle parole della sorella, che pensa di separarsi dal marito. Se il rischio del mélo era molto alto (“La luce sugli oceani” ne è un fulgido esempio!), in questo caso si rimane sul crinale senza caderci. Le splendide ambientazioni naturali riempiono lo sguardo più delle lacrime sempre pronte a scendere dagli occhi blu della Cotillard. Attendiamo il ruolo da cattiva.

Titolo originaleMal de pierres
RegiaNicole Garcia
SceneggiaturaNicole Garcia, Jacques Fieschi
FotografiaChristophe Beaucarne
MontaggioSimon Jacquet
CostumiCatherine Leterrier
CastMarion Cotillard, Louis Garrel, Alex Brendemühl, Brigitte Roüan, Victoire Du Bois, Aloïse Sauvage, Daniel Para, Sören Rochefort, Camilo Acosta Mendoza
ProduzioneAlain Attal, C-Films AG, Les Productions du Trésor
Anno2016
NazioneFrancia
GenereDrammatico
Durata116'
DistribuzioneGood Films
Uscita13 aprile 2017