venezia-74Ormai in pensione, Louis trascorre la sua vita all’insegna della routine, fatta di giornali, caffè con gli amici, birre e TV. Una sera la vicina Addie, non più giovane di lui, bussa alla porta con una proposta particolare: dormire insieme e condividere particolari della loro giornata, per rimediare alla solitudine di entrambi. All’inizio reticente, infine Louis accetta.

È la trama di Le nostre anime di notte, film prodotto da Netflix e dal grande richiamo forse unicamente per i nomi coinvolti, che vede nelle parti dei protagonisti nientepopodimeno che due leggende come Robert Redford e Jane Fonda, a Venezia per ricevere il Leone d’Oro alla Carriera. Un filmle-nostre-anime che offre loro la possibilità di ritrovarsi, a quasi quarant’anni da Il cavaliere elettrico, e permettergli di occupare ruoli principali in una sorta di love story sui generis, cosa rara per due attori venerandi come i due. Che poi Our Souls at Night una love story non è, quanto piuttosto una delicata riflessione sulla vita, sul passato e sugli sbagli, e su cosa abbia ancora da offrire anche quando sembra un circolo di ritualità sempre uguale e destinato a ripetersi fino alla sua fine.
È infatti quando Louis accetta la proposta di Addie che le loro vite cambiano, che la ritualità si spezza, poiché entrambi entrano a far parte l’uno nella quotidianità dell’altro. Così trascorrono le giornate insieme, cenano insieme, entrando in contatto addirittura con le rispettive e problematiche dinamiche famigliari. E non è un caso che solo dopo il loro incontro Louis ritrovi la voglia di far cose nuove e che lo facciano sentire vivo.

Al di là della trama, e della pur scontata poeticarobert-redford-jane-fonda-our-souls-at-night contenuta in essa, il film sembra quasi “allestito” perché Redford e Fonda possano di nuovo duettare insieme, e si regge unicamente sulle loro interpretazioni. Unica spiegazione possibile per il prodotto Netflix, con un regia priva della minima velleità artistica e di ritmo. Le nostre anime di notte ha come unico pregio il piacere dell’assistere alla reunion tra Robert Redford e Jane Fonda, ma non giustifica un film tutto sommato superficiale e senza molto da dire.
Giusto a ricordarci che, qualche volta, anche Netflix manca il bersaglio.

Titolo italianoLe nostre anime di notte
Titolo originaleOur Souls at Night
RegiaRitesh Batra
SceneggiaturaScott Neustadter, Michael H. Weber
FotografiaStephen Goldblatt
MontaggioJohn F. Lyons
ScenografiaJane Ann Stewart
CostumiWendy Chuck
MusicaElliott Goldenthal
CastRobert Redford, Jane Fonda, Judy Greer, Matthias Schoenaerts, Bruce Dern: Dorlan
ProduzioneFinola Dwyer, Robert Redford, Erin Simms
Anno2017
NazioneUSA
GenereSentimentale
Durata101'
DistribuzioneNetflix
Uscita29 settembre 2017