Gualtiero Marchesi (Leonardo Pieraccioni) si occupa di manutenzione di piscine. È separato dalla moglie Ramona (Barbara Tabita) che lo ha lasciato per il più focoso e passionale Pasquale (Biagio Izzo), un lanciatore di coltelli nonché domatore di tigri. Gualtiero trascorre gran parte del suo tempo con la coppia di amici gay (Massimo Ceccherini perfetto in biondo liscio e Luca Laurenti). I tre accettano di sottoporsi ad una seduta spiritica proposta da una vicina di casa, tanto per passare il tempo. Il personaggio che viene chiamato dai tre è Marilyn Monroe (una somigliante Suzie Kennedy, di origini londinesi), l’idolo di sempre del protagonista. Nonostante lo scetticismo generale, la diva fa la sua apparizione nella vita di Gualtiero non appena i suoi amici lo lasciano solo. C’è però un io e marylin locsegreto: nessuno, oltre a lui che l’ha desiderata con amore, la vede. Questo piccolo segreto creerà non pochi problemi, persino con un maresciallo (Francesco Pannofino) che nasconde un segreto personale.

Dopo l’iniziale incertezza, Gualtiero si abitua alla presenza dell’avvenente fantasma che lo aiuta nel vano tentativo di riconquistare la sua Ramona. Il desiderio di rivincita per Gualtiero proviene soprattutto dalla presenza della figlia Martina (Marta Gastini), incerta se continuare a dare credito ad un padre semplice e onesto o affidare il suo futuro al coriaceo e sfrontato Pasquale. L’amore dell’ex moglie non sarà riconquistato, ma almeno quello filiale sì…

Pieraccioni fa il suo dovere, realizzando una commedia leggera e spensierata senza troppe pretese. Il tema della famiglia allargata è stato la molla che l’ha spinto a dirigere la pellicola: “Ho pensato di affrontare con il consueto tono satirico, in questo caso a volte grottesco, un argomento insolito di particolare attualità come le sempre più diffuse famiglie allargate”. Oltre al cambiamento del nucleo familiare, il regista toscano affida gran parte della vicenda al tema dell’amore per le persone che non sono più in vita. “Sono convinto – precisa Pieraccioni – che quando una persona muore, la sua presenza rimanga comunque forte nel cuore di chi l’ha amata”. Il cameo di Francesco Guccini nella parte dello psichiatra è una conferma nel cast, avendolo già visto in Una moglie bellissima del 2007.

RegiaLeonardo Pieraccioni
SceneggiaturaLeonardo Pieraccioni, Giovanni Veronesi
FotografiaMark Melville
MontaggioStefano Chierchiè
ScenografiaFrancesco Frigeri
CostumiClaudio Cordaro
MusicaGianluca Sibaldi
CastLeonardo Pieraccioni, Luca Laurenti, Massimo Ceccherini, Rocco Papaleo, Biagio Izzo, Francesco Pannofino, Francesco Guccini, Gianna Giacchetti, Barbara Gabita, Marta Gastini, Suzie Kennedy
ProduzioneLevante, Ottofilm in collaborazione con Medusa Film
Anno2009
NazioneItalia
GenereCommedia
Durata96'
DistribuzioneMedusa Film
Uscita18 dicembre 2009