La locandina

Quer pasticciaccio brutto con Marion Cottilard. Questo potrebbe essere la giusta traduzione in italiano di “Les fantomes d’Ismaël” di Artaud Desplechin.

Un film in cui si racconta di un regista che mentre sta girando una spy story è perseguitato dai fantasmi della sua vita privata. Diversi piani narrativi si intrecciano: il passato, il presente, il film nel film, mogli che ritornano, amanti che se ne vanno, la vita, la morte, l’artista e il suo narcisismo.

Un gran pasticcio, per l’appunto, un pateracchio senza né capo né coda. Tutta la storia (se cosi si può chiamare) ruota sulla scomparsa e sul ritorno dopo vent’anni di Ismael, la moglie del regista, una donna senza alcun fascino, che non dice una battuta interessante il cui back ground è buttato lì con all’incirca queste parole: «Me ne sono andata perché volevo andarmene, ho girato, ho conosciuto molti uomini poi sono andata in India e mi sono sposata. Mio marito è morto e allora sono tornata da te». Sembra quasi il mitico Sergio Fantoni del cargo battente bandiera liberiana, solo che non ha nessuna pretesa comica.

Nonostante il cast sia stellare, gli attori sono sottotono o più probabilmente fuori contesto, soprattutto, dispiace dirlo, Alba  Rohrwacher in evidente stato di difficoltà nel ruolo di innamorata della spia.

Quello che disturba di più però, oltre la sgangherata narrazione, è la supponenza artistica. È come se il regista avesse voluto spruzzare nella sua opera richiami a Fellini, Lelouche e Le Carrè, in una sorta di esuberanza espressiva. Che si risolve però in un fastidioso (e vuoto) autocompiacimento.

Titolo italianoI fantasmi d'Ismael
Titolo originaleLes fantomes d'Ismaël
RegiaArnaud Desplechin
SceneggiaturaArnaud Desplechin
FotografiaIrina Lubtchansky
MontaggioLaurence Briaud
MusicaGrégoire Hetzel
CastMarion Cotillard, Charlotte Gainsbourg, Louis Garrel, Mathieu Amalric, Alba Rohrwacher, Samir Guesmi, Hippolyte Girardot, Laszló Szábó
ProduzioneWhy Not Productions
Anno2017
NazioneFrancia
GenereDrammatico
Durata110'
DistribuzioneEuropictures
Uscita25 aprile 2018