Capitolo Finale della saga iniziata tre anni orsono. La storia prende il via col ritorno di Katniss (Jennifer Lawrence) nei bunker del Distretto 13, ancora incapace di gestire emotivamente il lavaggio del cervello subìto da Peeta, mentre osserva la nazione di Panem scivolare in una guerra apocalittica.
Anche se Katniss ha cautamente accettato il suo ruolo di Ghiandaia Imitatrice, icona della ribellione, nota che il simbolismo non è più sufficiente a cambiare il corso degli eventi contro Capitol City. Letteralmente in fiamme, decide di agire. Insieme a Gale (Liam Hemsworth), all’imprevedibile Peeta (Josh Hutcherson), a Finnick (Sam Claflin), ed alla cosiddetta “Squadra 451”, si dirige verso Capitol City – un tempo scintillante, ora trasformata in una città in pieno caos sotto attacco sia dai ribelli che dalle forze di pace – in una missione segreta con l’obiettivo di assassinare il Presidente Snow.

Ogni saga ha una fine e questa segna la degna conclusione di una trilogia, nata dalla penna di Suzanne Collins capace di rapire l’attenzione tanto di un pubblico adolescente quanto di quello adulto, contrariamente a quanto successo per la saga di Twilight per esempio.
canto-rivolta-2-poster
Ciò che si evidenzia in questo ultimo capitolo (seconda parte in verità, per la cattivissima moda di dividere in due i capitoli finali delle saghe, da Harry Potter a The Hobbit) è il compimento dell’evoluzione piscologica e caratteriale del personaggio Katniss: da ragazza disarmata che lotta per salvare sé stessa ed in seguito anche la sua famiglia, ad eroina ribelle profondamente riluttante, ed ora finalmente una leader forte e determinata a distruggere una società spietata per il bene di tutti. Forse solo il maghetto Potter aveva subito nel corso del tempo un’evoluzione simile ma non della stessa portata.

Il canto della rivolta – Parte 2, mantiene le promesse così tanto annunciate nei capitoli precedenti, nonostante un finale forzatamente lieto che contrasta con un prefinale amaro come un calice di cicuta. Il film risulta, ammettiamolo, godibile e coinvolgente, con ottimi momenti di suspence e risvolti etici (cosa siamo disposti a fare per raggiungere il nostro obiettivo, seppur giusto e condiviso?) inusuali per un prodotto di intrattenimento come questo. Certo inizialmente si fa fatica a riprendere il filo del discorso (una ripassatina alla prima parte non guasta), ma la pellicola ha il merito di entrare brutalmente al centro dell’azione senza tanti preamboli. Lo stesso Presidente Snow (festeggeremo il giorno in cui Donald Sutherland uscirà dai panni del Villain a cui troppe recenti pellicole lo hanno imprigionato) acquista in questo ultimo capitolo uno spessore diverso, un’umanità quasi insperata e inaspetata. Accanto a lui, per l’ultima volta sullo schermo il mai troppo compianto Philip Seymour Hoffman, Woody Harrelson in vacanza premio dopo le fatiche di True Detective, e Julianne Moore il cui personaggio (no spolier) rappresenterà (per chi non ha letto il libro) la più piacevole e spiazzante delle sorprese.
Jennifer Lawrence – che è riuscita a trasformare la saga in trampolino di lancio per la propria carriera tanto da guadagnarsi nell’arco di tre anni un Oscar. due Golden Globe, un Premio BAFTA e due Screen Actors Guild oltre ad un cachet di attrice più pagata a Hollywood – non corre il pericolo di rimanere imprigionata nel personaggio della Ghiandaia Incantatrice come capitato invece a Daniel Radcliffe con Harry Potter, tanto da doversi costruire una nuova verginità ad Off-Broadway. Il suo regista mentore David O. Russell (Il lato positivo e American Hustle) già l’aspetta sul set di Joy, prossimamente in uscita.

Titolo italianoid.
Titolo originaleThe Hunger Games: Mockingjay - Part 2
RegiaFrancis Lawrence
SceneggiaturaPeter Craig, Danny Strong
FotografiaJo Willems
MontaggioAlan Edward Bell, Mark Yoshikawa
ScenografiaPhilip Messina
CostumiKurt & Bart
MusicaJames Newton Howard
CastJennifer Lawrence, Josh Hutcherson, Liam Hemsworth, Woody Harrelson, Elizabeth Banks, Julianne Moore, Philip Seymour Hoffman, Willow Shields, Jeffrey Wright, Stanley Tucci, Donald Sutherland, Toby Jones, Sam Claflin, Jena Malone, Mahershala Ali, Paula Malcomson, Natalie Dormer, Evan Ross
ProduzioneLions Gate Entertainment, Color Force
Anno2015
NazioneUSA
GenereFantasy
Durata136'
DistribuzioneUniversal Pictures
Uscita19 novembre 2015