Dopo i catastrofici eventi di New York accaduti in The Avengers, il film Marvel Captain America: The Winter Soldier vede Steve Rogers, alias Captain America, vivere tranquillamente la sua vita a Washington D.C., nel tentativo di adattarsi al mondo moderno. Ma quando un collega dello S.H.I.E.L.D. viene attaccato, Steve viene coinvolto in una rete di intrighi che minacciano di mettere a rischio le sorti del mondo. Unendo le forze con Vedova Nera, Captain America lotta per smascherare una cospirazione in continua espansione respingendo killer professionisti inviati continuamente per chiudergli la bocca per sempre. Quando il reale obiettivo del perfido complotto viene rivelato, Captain America e Vedova Nera reclutano un nuovo alleato, il Falcon. Ma presto si troveranno ad affrontare un formidabile nemico inaspettato: il Winter Soldier.

Capitan America torna sul grande schermo in Captain America: The Winter Soldier. Iconici eroi della Marvel, nella nuova avventura diretta da Anthony e Joe Russo. Il risultato? Un film di successo fuori dagli usuali sentieri battuti e un po’ lontano dai film dei supereroi tradizionali.
Steve Rogers è uscito dal coma da un po’ di tempo. Dopo aver preso gli alieni a calci nel sedere in The Avengers, è diventato agente speciale dello S.H.I.E.L.D. Tra le due missioni, cerca di adattarsi al mondo moderno, fatto di amicizie durante le sue corse di jogging, e di tentativi nel sedurre la vicina di casa. Un giorno, Nick Fury gli dà una missione: neutralizzare dei pirati francesi (dall’accento del Québec), che hanno preso d’assalto una nave della S.H.I.E.L.D. Una missione che lo lancerà in una folle avventura contro dei misteriosi nemici.

Captain America 2 si differenzia dagli altri film di supereroi per la sceneggiatura. Se abbiamo un eroe in calzamaglia, la sceneggiatura è più vicina a quella di un film di supereroi che di spionaggio. Dimenticate alieni, superpotenze, problemi cosmici. E’ un film di spionaggio con i piedi piantati per terra. Certo, siamo ancora lontani da James Bond. Se la sceneggiatura è quello di un film di spionaggio, con i suoi colpi di scena, i personaggi che fanno un doppio gioco, le sparatorie e le scene d’azione, Capitan America resta ed è prima di tutto un supereroe. Un supereroe fuori dal comune. E ‘quindi impossibile sostituirlo con James Bond, dal momento che il nostro eroe compie azioni eroiche ed impossibili per i comuni mortali.
capitan-america-poster
Captain America: The Winter Soldier è un film un po’ a parte nell’universo Marvel. Ad esempio, i fratelli Russo hanno scelto di mettere meno enfasi sull’umorismo. Certo, ci sono ancora alcune battute da far ridere una sala intera, ma sono meno onnipresenti rispetto ad Iron Man 3 eThe Avengers. Allo stesso modo, hanno preferito il realismo nei combattimenti: i personaggi si picchiano seriamente sul viso, rendendo la lotta sorprendentemente feroce per i canoni della Marvel. La scena dell’inseguimento sulla strada, è un vero piacere per gli occhi: si uccide , si sanguina, si fa a pugni, si spara in tutti i sensi, per farla breve, si cambia registro rispetto alle solite produzioni .
Captain America: The Winter Soldier è un film importante per l’universo Marvel, rimasto piuttosto statico da diversi film, con la mancanza di forti scelte narrative. Qui si corregge il tiro stravolgendo i canoni globali con l’unico rimprovero di non soddisfare pienamente tutti gli annunciati cambiamenti fino alla fine.
C’è un bel ritmo e gli attori fanno la loro parte, hanno il loro merito. Chris Evans non è cambiato di una virgola dai film precedenti, idem per Scarlett Johansson. Sebastian Stan, che interpreta il soldato in inverno, purtroppo, non può mostrare tutte le sue capacità, poiché la scrittura non gli lascia spazio. Da notare l’eccellente Samuel L. Jackson in Nick Fury, che esplode in tutto il suo ruolo. Così come Robert Redford, che lascia da parte i suoi soliti atteggiamenti e sorprende.

Ma è ben lungi dall’essere un film perfetto: ci sono alcune scene assai deboli ed alcuni tentennamenti qua e là. Inoltre, si svolge in un universo in comune con tutti gli altri della Marvel, lasciando poco margine ai fratelli Russo che hanno dovuto confrontarsi con regole severe e molto specifiche. Il risultato è che il film, anche se non manca di personalità propria, non arriva del tutto a distinguersi dai suoi pari.
Captain America: The Winter Soldier è una sorpresa senza però essere eccezionale. Buona la regia, caratterizzata da una sceneggiatura di suspense che compie perfettamente il suo ruolo di blockbuster. Non abbiamo il film dell’anno, ma certamente un buon prodotto Marvel e questo fa piacere. Ah, mi raccomando: rimanete seduti dopo i titoli di coda (oramai ci si è fatti l’abitudine con la Marvel), se siete dei veri fan, perderli sarebbe un errore monumentale. Restate inchiodati alle poltrone fino alla fine!

Titolo italianoid.
Titolo originaleid.
RegiaAnthony Russo, Joe Russo
SceneggiaturaChristopher Markus, Stephen McFeely
FotografiaTrent Opaloch
MontaggioJeffrey Ford
ScenografiaPeter Wenham
CostumiJudianna Makovsky
MusicaHenry Jackman
CastChris Evans, Samuel L. Jackson, Anthony Mackie, Scarlett Johansson, Robert Redford, Sebastian Stan, Cobie Smulders, Frank Grillo, Toby Jones, Emily Vancamp
ProduzioneMarvel Studios
Anno2014
NazioneUSA
GenereAzione
Durata128'
DistribuzioneWalt Disney Studio
Uscita26 marzo 2014